Blog

Resina CBD: cos’è e come si usa?

Resina CBD

Esistono diverse forme di concentrati di cannabis legale, ma la resina CBD è sicuramente uno dei principi attivi più utilizzati. Si presenta come una massa scura e molto densa. È ricca di cannabidiolo, ottima contro i disturbi di insonnia e depressione, efficace per problemi cutanei e malattie autoimmune. La resina di CBD è una sostanza concentrata che si ricava dalle parti verdi della canapa industriale “Cannabis Sativa”. Comunemente si pensa che la resina si ricavi con lo sfregamento dei fiori di erba light, ma in realtà non è così.

L’estrazione avviene in diversi modi: le aziende che trasformano questa particolare sostanza, utilizzano un metodo molto sicuro e capace di conservare ogni aroma e tutti gli effetti benefici di cui la resina può vantare. Si tratta dell’estrazione attraverso l’utilizzo di solventi, come l’anidride carbonica allo stato supercritico, il butano e il propano. Il tutto avviene ad alta pressione, in modo tale da eliminare dalla pianta tutte le sostanze indesiderate. Il risultato che si ottiene da questa estrazione è la resina di CBD, un prodotto particolarmente appiccicoso, simile al miele o alla cera, che preserva il profumo naturale dei fiori di cannabis light. Se avete dubbi o timori sugli effetti che questo olio potrebbe avere sul vostro corpo, state tranquilli: la resina CBD non presenta effetti psicoattivi ed è naturale al 100%. Scopriamo insieme utilizzarla.

Come usare la resina CBD

La resina CBD può essere utilizzata, per uso personale, come olio di cannabis tenendo presente che questo prodotto – come quello di tutti i prodotti a base di erba legale – non è autorizzato dalla legge. La sostanza infatti ha un principio attivo maggiore rispetto ad altri prodotti di cannabis light. Ed è per questo che la sua composizione, ricordiamo polifenoli e terpeni, la rendono diversa dai classici oli. Se vuoi utilizzarlo, eroga il prodotto attraverso l’uso di un contagocce per assicurarti massima precisione ed evitare che fuoriesca tutto il contenuto.

Le gocce di resina possono essere ingerite direttamente per via orale: si consiglia di premere leggermente e un po’ per volta sullo stantuffo della pipetta. In questo modo, l’assunzione della resina sarà più rapida e avrai maggiore possibilità che gli effetti positivi si manifestino immediatamente. Un altro metodo per assumere la resina CBD è attraverso uno spray, sempre per via orale, disponibile in diversi gusti naturali. L’assunzione orale con lo spray, rispetto le gocce, permetterà una migliore distribuzione della resina CBD nella cavità orale. Infine, potrai servirti di questa sostanza per insaporire cibi e bevande. Anche così otterrai effetti benefici.

Consigli utili per una resina CBD di qualità

Il requisito cardine per ottenere una resina CBD di qualità è la scelta del giusto materiale vegetale. Dovrai essere in grado di riconoscere e acquistare fiori di canapa CBD puri. Dunque, sarà necessario trovare rivenditori affidabili e autorizzati, prepararti dei fogli di carta pergamena, dei filtri o dei sacchetti filtranti e procurarti un buon strumento di raccolta.

Una pressa di alta qualità è la base per ottenere una resina cannabis light ottima: la scelta varia in base alla pressione che possono applicare, alle temperature che possono raggiungere e al come generano la pressione. Una volta scelta, basterà azionarla alla temperatura e pressione corretta. Dopodiché, ti basterà raccogliere tutto il materiale ottenuto su alcuni fogli o sacchetto filtrante. Ricordiamo che la resina CBD e il suo materiale, ovvero i fiori della pianta di canapa femmina, sono legali se rientrano nei limiti di legge previsti dalla nostra Costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *