Blog

Perchè scegliere la Cannabis Light

perchè scegliere cannabis legale

Hai sentito parlare della cannabis light ma non hai mai approfondito l’argomento? Allora sei nel posto giusto. Devi sapere che viene usata sia ad uso terapeutico sia ad uso ricreativo. In ogni caso, la cannabis light ha notevoli proprietà benefiche, che possono aiutare ad attenuare dolori fisici o a risolvere problemi legati ad alcune patologie. Per quanto inizialmente tutti fossero scettici, anche i medici si sono ricreduti e ora molti studi di fisioterapia utilizzano la cannabis legale per alleviare i dolori dei pazienti. Possiamo trovare numerosi vantaggi legati alla cannabis light, molto diversa dalla classica marijuana. Ma prima di entrare nello specifico, chiariamo cosa intendiamo esattamente con “cannabis light”.

Cannabis light: Che cos’è

La cannabis light è un tipo di cannabis con THC inferiore allo 0,5%. Il THC è quell’elemento che causa lo “sballo” quando si fuma la cannabis classica, quella light ne è quasi priva quindi non causa effetti collaterali. Ma come nasce la cannabis light? Devi sapere che la marijuana legale nasce dai semi di cannabis, accuratamente scelti per essere a norma, nel rispetto della Legge 242 del 2016. Così crescono le piante di cannabis e nascono infiorescenze con un THC basso e un’elevata quantità di CBD. A vista d’occhio non si potrebbe notare la differenza tra un fiore di marijuana classico o uno light, esteticamente sono molto simili ma in realtà gli effetti sono totalmente diversi.

Cannabis light: Tutti i vantaggi

Ciò che rende diversa la cannabis light da quella classica, come abbiamo potuto vedere, è la differenza di THC. La cannabis light è innocua, non crea nessun tipo di problema, non sballa e assumerla non nuove alla nostra salute. Questo grazie al cannabidiolo (CBD), che si trova in dosi medie-elevate nella cannabis legale. Il CBD può dare grossi benefici al nostro corpo, grazie alle sue proprietà:

  • antidolorifiche;
  • antidepressive;
  • rilassanti;
  • antispastiche;
  • anticonvulsivanti;
  • neuroprotettive;
  • antinfiammatorie;
  • antipsicotiche.

Insomma, i benefici sono davvero tanti e possono aiutarci a contrastare diversi problemi di salute di vario tipo. Grazie a queste caratteristiche, infatti, possiamo utilizzare il CBD per stare meglio a fronte delle seguenti condizioni:

  • insonnia notturna:
  • convulsioni e spasmi muscolari;
  • paralisi;
  • patologie infiammatorie;
  • anoressia e bulimia, limita il vomito e stimola l’appetito;
  • fibromialgia, artrite, emicrania;
  • ansia, attacchi di panico e depressione;
  • limita gli effetti collaterali di alcuni farmaci;
  • limita gli effetti collaterali di chemio e radioterapia;
  • migliora l’acne e altre problematiche della pelle.

Il CBD non crea effetti collaterali e non causa dipendenza. E’ una cura del tutto naturale e viene usato sempre di più anche in campo medico, ritenuto sempre più utile. Ovviamente vi consigliamo di consultare sempre il vostro medico.

Cannabis light: uso terapeutico e uso ricreativo

Abbiamo visto che la cannabis light può aiutarci a risolvere molti problemi di natura fisica. Devi sapere però che il CBD si può usare sia a scopo terapeutico che ricreativo, vediamo la differenza.

Cannabis light a uso terapeutico

Quando parliamo di cannabis light a uso terapeutico, ci riferiamo al fatto che viene utilizzata come materia prima per creare veri e propri farmaci. Nella fase di produzione, il controllo medico è indispensabile, perché ovviamente deve essere tutto regolare e a norma. La specifica della presenza della cannabis light in un determinato farmaco viene sottolineata nel foglio illustrativo. Ogni prodotto è controllato rigorosamente dall’AIFA, Agenzia per il Farmaco. Farmaci che presentano la cannabis light vengono venduti solo tramite ricetta di un medico specialista, non possono essere venduti liberamente in farmacia, dato che comunque si tratta di farmaci particolari.

Cannabis light a uso ricreativo

Con il termine “ricreativo” ci si riferisce alla cannabis che si utilizza solo per lo “sballo”. In questo caso serve solo per divertimento e può essere pericolosa nel caso in cui supera i limiti di legge. Come abbiamo detto la presenza di THC è davvero minima, ma in alcune magari è presente in dosi più elevate, dipende anche dalla tipologia. Stiamo sempre attenti alle varie specifiche.

Conclusioni

La cannabis light viene utilizzata anche per prodotti come i profumatori per ambienti, olio di canapa, capi d’abbigliamento, cura della persona. Non hanno nessun effetto e non danneggiano in alcun modo. L’unico scopo è quello di donare relax, sono sicuri e possono dare molti vantaggi, in questo caso non in campo medico.

Non ci sono particolari svantaggi nell’utilizzo nella cannabis light, anzi, possiamo trovare solo che benefici. Esistono comunque tantissime qualità diverse, cambia il profumo e possono cambiare anche le proprietà tra l’una e l’altra. Il THC è presente sempre al minimo, ma prima di scegliere una qualità informiamoci bene. E’ fondamentale anche scegliere il modo giusto per consumarla, così da evitare la combustione, nociva per il nostro corpo.

Nel nostro sito puoi trovare tantissimi consigli e molte varietà di cannabis light. Grazie al nostro negozio di marijuana legale online, puoi ordinarla e farla arrivare direttamente a casa tua. Per qualsiasi dubbio contattaci e ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *