Blog

Le possibilità di impiego dell’olio di CBD

Olio CBD utilizzi

*Attenzione: le informazioni per redarre questo articolo sono state prese dal web e tale non è da intendersi in alcun modo come articolo scientifico  o consiglio medico.

Tra gli elementi ad effetto benefico sul nostro corpo derivanti dalla lavorazione della canapa vi è, sicuramente, l’olio di CBD ovvero di cannabidiolo. Se prima la cannabis era vista in maniera esclusivamente negativa a causa dello stereotipo che la vedeva solamente come una sostanza psicotropa, oggi la scienza ha fatto enormi progressi rispetto alle possibilità di impiego di questa sostanza con effetti terapeutici su determinati quadri patologici. L’olio di CBD è un esempio di tale tipologia di prodotti. Proprio la ricerca scientifica ha, infatti, affermato che, contrariamente all’idea per la quale la cannabis contenga esclusivamente sostanze dannose per gli esseri umani, quest’ultima possieda numerosi principi attivi utili a contrastare diverse tipologie di patologie umane.

Il CBD è il secondo cannabinoide a concentrazione maggiore che è possibile trovare all’interno di foglie e fiori di canapa. Sempre più studi scientifici hanno, infatti, dimostrato i numerosi benefici per il benessere del corpo, del CBD. E’ necessario, tuttavia, fare una netta differenziazione tra l’olio CBD e l’olio di canapa classico, prodotto attraverso la spremitura dei semi a freddo e utile come integratore. La differenza principale tra i due tipi di olio risiede nel fatto per il quale l’olio di CBD viene prodotto tramite l’utilizzo di CO2 o, in alternativa, di alcool.

I benefici dell’olio di CBD

La principale differenza tra il THC, sostanza responsabile dell’effetto ricreativo causato dall’uso della marjiuana e il CBD è che, se il primo ha effetti psicoattivi, il secondo ha effetti benefici come il rilassamento del corpo. L’olio di canapa CBD può essere, infatti, utile per trattare problemi legati a problemi digestivi. Alcune patologie o alcune situazioni, infatti, riducono l’appetito dell’individuo portandolo ad un dimagrimento eccessivo che può seriamente comprometterne la salute.

In ognuno di questi casi, l’impiego di olio di CBD può essere un valido aiuto per aumentare l’appetito dell’individuo, consentendogli una ripresa maggiormente veloce o, in caso di patologie, consentendone un’alimentazione più volontaria. Come agisce? L’olio di CBD producono un aumento dell’appetito utilizzando diversi recettori cannabinoidi presenti nel nostro corpo. Si tratta di recettori legati alla regolazione dell’appetito. Dunque, l’olio CBD si lega a tali recettori, generando un aumento del senso della fame. Puoi acquistare l’olio CBD sul nostro negozio.

Come l’olio di CBD agisce sul corpo

Tra le principali caratteristiche dell’olio di CBD vi è lo svolgimento di una funzione antidolorifica e antinfiammatoria sul nostro corpo. Si tratta, dunque, nel concreto di un valido sostegno contro stress e ansia e contro dolori e spasmi articolari che caratterizzano determinate tipologie di patologia. A scopo terapeutico, inoltre, l’olio di CBD può essere un sostegno naturale per chi soffre di disturbi d’ansia come attacchi di panico o attacchi d’ansia, per soggetti affetti da disturbo post traumatico da stress e, infine, per trattare i sintomi correlati al trattamento della dipendenza da sostanze.

Tra questi ultimi, più frequenti sono: ansia, dolori, insonnia e disturbi dell’umore. Sembra che l’olio di CBD, attraverso la sua capacità di rilassamento del corpo, possa avere un effetto positivo sul trattamento di questi disturbi riducendoli in maniera consistente. Altri impieghi utili di questa sostanza, riguardano il trattamento di malattie come l’epilessia e il cancro i quali, però, devono ancora essere verificati del tutto. Alcuni studi hanno, infatti, dimostrato come l’utilizzo di olio di CBD possa rappresentare un fattore di prevenzione di alcune tipologie di cancro.

Altrettanti studi, sempre relativamente agli effetti benefici dell’olio di CBD sul nostro corpo, hanno dimostrato che l’olio di CBD disattiverebbe i geni responsabili del diffondersi del cancro al seno e di altre tipologie di cancro. Queste teorie devono ancora essere oggetto di dimostrazione. Infine, sembra che l’olio di CBD abbia un effetto idratante e lenitivo sulla nostra pelle, prevenendo l’invecchiamento e riducendo l’acne attraverso le sue proprietà antinfiammatorie.

I dosaggi dell’olio di CBD

Nel momento in cui non si tratti di farmaci conclamati, la tendenza della gente è quella di utilizzare dosaggi casuali di prodotti naturali, addirittura esagerando pensando di poter massimizzarne l’effetto. Tuttavia così non è, anche utilizzando prodotti a base naturale è necessario far riferimento ad un dosaggio specifico che viene solitamente indicato da chi ci fornisce il prodotto. Infatti, l’utilizzo di prodotti naturali non fa sì che essi siano privi di effetti collaterali. Dunque, prima di utilizzare qualunque prodotto, naturale o meno che sia, sarà necessario informarsi bene sul dosaggio da utilizzare. Tra i dosaggi di olio di CBD più utilizzati, vi sono olio di CBD da 10, 15 e 30%.

Per massimizzare gli effetti derivanti dall’utilizzo del prodotto è necessario, infatti, capire quale sia la dose corretta. Ciò è determinata, ovviamente, anche dal tipo di impiego che si fa dell’olio. Tra i suggerimenti utili a comprendere la quantità di olio da utilizzare per curare un determinato disturbo vi è il peso corporeo. Come per qualunque altro prodotto farmaceutico, anche la dose di olio di CBD da utilizzare dipenderà in larga misura dal peso corporeo dell’individuo che lo sta utilizzando. In linea generale può essere utile a chi legge sapere che la dose di olio di CBD ideale dovrebbe essere circa 4 mg ogni 6 kg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *