Blog

Le migliori varietà di Cannabis ad alto contenuto di CBD

canapa alto cbd

Sempre più spesso vengono riconosciuti i benefici e i vantaggi della cannabis a uso terapeutico. Infatti, abbassata o tolta completamente la concentrazione di THC, la cannabis può essere utilzzata per alleviare molti dolori, dai più semplici ai più complessi. Il CBD è uno dei cannabinoidi più utilizzati in ambito medico, grazie alle sue caratteristiche terapeutiche e per questo sta diventando sempre più importante.

Ci sono diverse varietà di cannabis legale che hanno un alto contenuto di CBD, in questo articolo vogliamo elencare quelle principali e spiegare le loro caratteristiche. Ma, prima di iniziare, vogliamo approfondire l’argomento spiegando, per chi non lo sapesse, cos’è il CBD e perché sta riscuotendo sempre più successo nella canapa ad alto CBD.

Cos’è il CBD?

Fino a poco tempo fa la cannabis era conosciuta solo per i suoi effetti potenti sul cervello che creano il cosiddetto “sballo” generato da uno specifico cannabinoide, detto THC. Grazie alle ricerche scientifiche, però, si è potuto appurare che la cannabis ha in realtà molti benefici nascosti che derivano da un altro tipo di cannabinoide, il CBD. Si è scoperto che quest’ultimo può essere terapeutico e ha proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. E’ stato dimostrato che il CBD può essere vantaggioso per alleviare dolori in tutto il corpo, compreso il nostro sistema immunitario e quello nervoso. Viene utilizzato anche nei centri di benessere per migliorare la qualità dei massaggi, per un’azione anti-stress, dato che aiuta molto il rilassamento.

Migliori varietà di cannabis ad alto CBD

Aver scoperto che il CBD può essere così utile a livello medico ha aperto una serie di studi sempre più specifici, così da poter capire quali sono le migliori varietà di cannabis con alto tasso di CBD. Ce ne sono davvero molte sul mercato, alcune sono più adatte a coltivatori principianti, altre invece sono più difficili da coltivare. Alcune di queste varietà contengono più THC rispetto ad altre. Andiamo ad esaminare tutte le percentuali di CBD e THC all’interno di alcune piante di cannabis, alcune più conosciute rispetto ad altre.

Auto Diesel

La pianta esotica Auto Diesel è stata creata incrociando per 3 volte una varietà Diesel. Si tratta di una varietà adatta ai coltivatori ancora non molto esperti. Ciò che la caratterizza sono le cime compatte e rigide, avvolte da foglie di colore viola scuro coperto da cristalli. L’Auto Diesel è conosciuta per le sue proprietà rilassanti, grazie al CBD che garantisce un effetto di relax totale. Il raccolto in genere consiste nei 30g a pianta, solo dopo 70 giorni dalla semina. Come abbiamo detto, è adatta ai principianti e anche a chi preferisce una rotazione rapida delle colture.

CBD Fix Auto

La CBD Fix Auto è caratteristica per la sua alta concentrazione di CBD e una minima presenza di THC. Si tratta di una varietà capace di ridurre al minimo ogni effetto psicotropo, per far così affiorire solo la dose di cannabinoidi. In questo caso, il rapporto CBD:THC è di 8,8:1, grazie all’incrocio di un clone ricco di CBD con una Northern Lights Auto. E’ adatta per i principianti perché è facile da coltivare e fiorisce molto velocemente. Le piante coltivate all’aperto possono produrre fino a 325g/m² e raggiungere altezze che vanno tra 60 e 100cm.

Candida (CD-1)

La Candida (CD-1) è una varietà terapeutica che produce un’elevata quantità di CBD, caratteristica per il fatto che invece il THC è presente in una quantità davvero bassa. Nella Candida (CD-1) il CBD ha una concentrazione tra il 10,6% e il 20,6%, mentre il contenuto di THC varia tra lo 0,3 e lo 0,9%. Con una percentuale così bassa di THC, non si avverte nessun effetto inebriante. Nelle colture all’aperto, questa pianta produce rese dai numeri elevati, si parla di 400g/m² dopo un periodo di fioritura di 9 settimane.

Moby Dick CBD

La Moby Dick CBD è conosciuta per la sua omonima versione e il suo alto contenuto di THC. Questa variante, però, include maggiormente il CBD e per questo non ha effetti molto forti. In questo caso, il CBD è presente in concentrazioni del 15% e il THC intorno al 5%. Il CBD quindi prevale molto, ma non si può ignorare quella piccola percentuale di THC, che causa un effetto pricotropo, molto leggero. Queste caratteristiche fanno in modo che la pianta stimoli l’appetito e il rilassamento corporeo. Le piante coltivate all’aperto producono 650g/m² dopo 70 giorni di fioritura.

Conclusioni

Ci sono sempre più varietà di cannabis nel mondo che vengono usate a scopo terapeutico, alcune più conosciute, altre meno. Gli studi in merito probabilmente continueranno, perché i benefici sono sempre più evidenti tanto che i medici utilizzano il CBD proprio come una vera e propria cura contro i problemi di stress, problemi articolari e molto altro. Quello che possiamo suggerire è di tenersi aggiornati riguardo all’argomento, perché ci saranno sicuramente delle novità! Nello store Seven Hemp potrai trovare marijuana legale ad alto tasso di CDB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *