Blog, CBD e salute, CBD e tempo libero

I benefici del CBD sul sesso

Cannabis e la masturbazione

La Cannabis light può veramente avere effetto sulla nostra sensazione di libidine, ci sono state delle ricerche al riguardo!

Alle quattro e venti, comincia il ménage a uno. Non dire bugie!

E’ il momento di mettere in luce il CBD, esplorare la miriade di motivi del perchè la gente dovrebbe scegliere di integrarlo nelle loro vite sessuali (da soli o in coppia).

Vale anche la pena menzionare brevemente la differenza tra CBD estratto dalla pianta intera e CBD derivato dalla canapa. Molte persone, soprattutto negli stati di proibizione (Italia), scelgono di utilizzare i prodotti CBD derivati dalla canapa perché spesso è l’unico modo per accedere a questo medicinale.

CBD contro THC per il sesso: qual’è la differenza?

Perché usare CBD per il sesso?

Ci sono numerosi motivi per cui le persone scelgono di usare il CBD, piuttosto che il THC, per il sesso. Molti sono i soggetti che potrebbero beneficiare maggiormente di questo cannabinoide.

Le persone con ansia, uno dei problemi più comuni che le persone condividono, rimanere bloccati nella loro testa durante il sesso. Si sentono impacciati nei loro corpi, forma, odore, gusto, eccitazione, reattività … la lista continua. Fumare o vaporizzare CBD prima del rapporto sessuale può aiutare.

I migliori strains ad alto contenuto di CBD per il sesso.

Il CBD può aiutare ad affrontare i problemi sopra elencati, indipendentemente dal fatto che si scelga di fumare, svapare, tamponare, consumare cibi commestibili o tinture o utilizzare prodotti di attualità. Alcuni grandi ceppi ricchi di CBD da cercare nel tuo dispensario locale preferito sono ACDC, Ringo’s Gift, Harlequin e Charlotte’s Web.

Che siano derivati da piante di Cannabis (fito) o prodotti organicamente dal corpo (endo-), i cannabinoidi attivano i recettori CB1 e CB2 nel sistema endocannabinoide (ECS). Secondo un nuovo studio sul Journal of Sexual Medicine, la masturbazione e il fumo di cannabis aumentano entrambi i livelli di endocannabinoidi e attivano gli stessi recettori nell’ECS.

Un gruppo di ricercatori tedeschi arrivò a questa conclusione attraverso uno studi: si misuravano i livelli di endocannabinoidi e cortisolo prima e dopo la masturabazione . Lo studio ha rilevato che gli orgasmi masturbatori aumentavano i livelli di 2-Arachidonoylglycerol (2-AG), un endocannabinoide che si lega ai recettori CB1 e CB2, mentre altri livelli biochimici (anandamide, cortisolo, ecc.) rimanevano gli stessi.

2-AG è strettamente legata alla cannabis. Il cannabidiolo (CBD) in realtà non si lega ai recettori ECS ma piuttosto limita la rottura di 2-AG nel corpo. Questo aumenta i livelli di 2-AG e stimola i recettori.

“I dati indicano che l’endocannabinoide 2-AG è coinvolto nel ciclo di risposta sessuale umano e ipotizziamo che il rilascio di 2-AG giochi un ruolo nelle conseguenze gratificanti dell’eccitazione sessuale e dell’orgasmo”, hanno concluso i ricercatori. “Gli endocannabinoidi potrebbero svolgere un ruolo importante nel ciclo di risposta sessuale, portando a possibili implicazioni per la comprensione e il trattamento delle disfunzioni sessuali”

Lo studio ha concluso che “il ruolo esatto del rilascio di endocannabinoidi come parte del ciclo di risposta sessuale e il significato biologico del risultato dovrebbero essere ulteriormente studiati”.

 

Hai mai provato la Cannabis Legale?

Rilassa e non sballa!

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *