Blog

CBD per curare i tatuaggi

CBD per curare i tatuaggi

Sono tantissime le persone che vorrebbero fare un tatuaggio ma che, a causa della paura e dell’ansia che fare un tatuaggio comporta per chi non lo ha mai fatto prima, decidono di rinunciare. Ma chi è davvero determinato a farlo può superare la paura, l’ansia ed anche il dolore del tatuaggio appoggiandosi ad un valido alleato, ovvero il CBD. Esistono diversi prodotti derivati dalla cannabis, infatti, che possono essere d’aiuto a chi vuol fare un tatuaggio, che si tratti di una persona che non ne ha mai fatto uno oppure di qualcuno di ormai più navigato.

L’assunzione e l’utilizzo di prodotti al CBD può rivelarsi di grande aiuto in diverse situazioni quando si è deciso di fare un tatuaggio. Scoprire tutti i vantaggi del CBD aiuterà sicuramente le persone più ansiose e timorose ad andare a prendere appuntamento con il tatuatore, ma non solo: come si diceva prima, anche chi ha già diversi tatuaggi si ritroverà piacevolmente sorpreso dalle potenzialità che questo genere di prodotti possono offrire. Ma prima di elencare tutti i prodotti che sfruttano questo principio attivo che possono rivelarsi utili prima e dopo una seduta dal tatuatore, andiamo ad analizzare nel dettaglio cosa è il CBD, da dove deriva e quali sono i suoi effetti.

Cosa è il CBD

Il CBD, o cannabidiolo, è uno dei principi attivi della cannabis. Esso, quindi, si trova naturalmente all’interno della pianta esattamente come il più famoso THC, ma, contrariamente a quest’ultimo, è privo degli effetti psicotropi che contraddistinguono il THC. Proprio per questa sua caratteristica, i prodotti a base di CBD sono perfettamente legali in Italia: l’unico limite imposto dall’attuale legislatura italiana, infatti, riguarda la presenza di THC all’interno di un prodotto. Anche la ormai celebre marijuana light, anche conosciuta come cannabis legale, è un prodotto a base di CBD e totalmente priva di THC.

La ricerca sugli effetti dei vari cannabinoidi, ovvero i principi attivi della cannabis, è soltanto agli inizi, anche a causa del pregiudizio che da sempre circonda questa pianta, ma le ricerche attualmente in corso stanno portando alla luce risultati molto interessanti che stanno facendo rivalutare a molti la propria idea sulla piana di marijuana.

Tra i vari campi di interesse, ci sono proprio gli effetti del CBD, che sembra essere uno dei campi più prolifici a livello di utilità e di scoperta. Il cannabidiolo, durante i numerosi test svolti in laboratorio, ha dimostrato di avere diverse proprietà benefiche per l’organismo umano con virtualmente nessun effetto collaterale.

Secondo gli studi fatti il CBD possiede proprietà analgesiche ed antinfiammatorie, contrasta i sintomi di alcuni disturbi mentali, anche tra i più invalidanti, aiuta chi è affetto da depressione, riesce ad alleviare e contenere i sintomi di diverse patologie che causano movimenti involontari e ne attenua diversi aspetti e si rivela di grande aiuto nel contrastare l’ansia.

Ma queste non sono le uniche proprietà che il CBD sembra aver dimostrato di avere: tra quelle ancora al vaglio della comunità scientifica ci sarebbero delle importanti proprietà antitumorali ed anche la riduzione del rischio di importanti conseguenze a seguito dell’infarto del miocardio.

Perché usare il CBD prima di un tatuaggio?

Proprio a causa delle caratteristiche benefiche del CBD, l’utilizzo di prodotti che contengano cannabidiolo è altamente consigliato sia nelle fasi che precedono il tatuaggio, sia in quelle successive. Ma perché utilizzare i prodotti al CBD prima di fare un tatuaggio? Le ragioni sono diverse. Date le proprietà di questo principio attivo, utilizzare prodotti al CBD può aiutare in diversi aspetti, tra cui la gestione dell’ansia e quella del dolore.

Molti sono ansiosi all’idea di fare un tatuaggio: nonostante ricevano rassicurazioni sui diversi aspetti che potrebbero essere la causa di questa ansia, la paura di non aver scelto bene il tatuaggio e l’ansia provocata dal possibile dolore tendono ad essere molto pesanti per alcune persone, al punto da scoraggiarle e spingerle a rimandare continuamente l’appuntamento con il tatuatore.

In questi casi, l’utilizzo del CBD può rivelarsi di grande aiuto dato che, come detto in precedenza, tra i suoi diversi effetti benefici per l’organismo ci sono quelli che aiutano proprio a gestire l’ansia ed il dolore. Qualsiasi prodotto al CBD può essere d’aiuto, ma l’utilizzo di prodotti specifici a combattere dolore ed ansia sono, naturalmente i più consigliati.

Grazie alle proprietà analgesiche del CBD, infatti, questo renderà più semplice sopportare il dolore che alcune persone provano durante un tatuaggio mentre le proprietà antinfiammatorie aiuteranno l’organismo a sopportare meglio l’ago e l’iniezione dell’inchiostro senza fastidiose reazioni. Dal punto di vista dell’ansia e la paura, invece, il CBD può aiutare grazie agli effetti sedativi e calmanti, che riescono a dissipare gli stati ansiogeni senza influire negativamente su altri aspetti della mente.

Perché usare il CBD dopo il tatuaggio?

Come tutti quelli che hanno già un tatuaggio sapranno fin troppo bene, la guarigione e la cura dell’area della pelle interessata dal tatuaggio è un processo fondamentale anche per garantirne l’estetica. Ecco perché, oltre ai classici prodotti al CBD per aiutare l’organismo a superare gli stati di dolore e di infiammazione che potrebbero seguire alle sedute dal tatuatore, molti trovano utile utilizzare una specifica crema al CBD per la cura dei tatuaggi.

Il nostro organismo produce delle sostanze simili ai cannabinoidi chiamati endocannabinoidi. Il sistema che produce queste sostanze si occupa della comunicazione delle cellule tra di loro ed agisce su diversi sistemi del nostro organismo per garantirne il corretto funzionamento. Il CBD e gli altri cannabinoidi riescono ad interagire facilmente con questo sistema, grazie alle similitudini con le sostanze che questo produce, ed è questo il motivo per cui i cannabinoidi in generale sembrano avere così tanti effetti su così tanti sistemi diversi del nostro corpo.

Molti dei recettori del sistema endocannabinoide si trovano anche sulla pelle: quindi il CBD viene assorbito particolarmente bene sotto forma di crema. Utilizzare una crema per la cura di tatuaggi a base di CBD, quindi, vuol dire assicurarsi che questo venga ben assorbito dalla pelle, in modo che sia più efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *