Blog

Canapa e Arte

canapa arte

La canapa è spesso legata a discorsi di legalizzazione o terapia, ma in realtà nasconde altre caratteristiche. Sai che la canapa è strettamente collegata all’arte? La storia parla chiaro, gli artisti hanno sempre apprezzato la canapa, dai colori ad olio di canapa alle tele in canapa, si sono realizzati lavori davvero eccezionali. Da Leonardo Da Vinci a Michelangelo Buonarroti fino a Vincent Van Gogh e Pablo Picasso, sono stati molti gli artisti importanti nel corso della storia che hanno utilizzato la canapa nell’arte. Non parliamo quindi solo nella canapa utilizzata sui colori, ma anche delle tele. Inoltre, è importante sapere che la parola “canvas“, che viene utilizzata per specificare qualsiasi tipo di tela pittorica, ha origine dal termine latino “cannapaceus“ che vuol dire letteralmente “fatto di canapa”.

Perchè viene usata la canapa nell’arte?

La canapa viene scelta nell’arte per mantenere l’opera in ottime condizioni anche a distanza di molti anni. Infatti alcune superfici non sono adatte a lavori professionali, perché tendono a rovinarsi facilmente. Dalla pianta della canapa si può ricavare una fibra molto resistente e versatile e dona anche lucidità e non viene danneggiata in alcun modo dal colore. Per capire perché viene usata la canapa nell’arte possiamo fare l’esempio della Cappella Sistina di Michelangelo. Forse non molti sanno che sono stati utilizzati materiali in canapa: una base di colori ad olio di canapa all’insaputa del Papa che gli aveva commissionato il lavoro. Anche l’autoritratto di Van Gogh è stato realizzato su una tela di canapa. Questo vuol dire che i grandi artisti hanno riscontrato un’ottima qualità nella canapa e hanno realizzato i loro lavori più celebri. La canapa viene utilizzata anche nell’arte contemporanea per pareti, mobili, illustrazioni, costruzioni. Sono molti gli oggetti che si possono realizzare grazie a questa fibra.

La canapa come fibra tessile

Come abbiamo visto, la canapa viene utilizzata per diversi scopi, ed è molto popolare anche nell’artigianato. La fibra tessile che si ottiene dalla pianta della canapa veniva utilizzata, molto tempo fa, per la realizzazione di tovaglie domestiche.

L’arte tessile, fin dall’antichità, si rifaceva alla materia prima ottenuta dalla canapa, una fibra tessile molto resistente, utile per creare svariati prodotti di alta qualità. Questo nel mondo ma anche in Italia, dove già nella Repubbliche Marinare veniva usata questa fibra per creare cime e vele delle navi. Era una fonte molto utile e necessaria per quel periodo storico. Ma anche Cristoforo Colombo, nella sua famosa spedizione alla scoperta dell’America, aveva con sé vari sacchi di semi di cannabis sativa.

In questo caso, lo scopo dei semi era di coltivare del materiale utile alle attrezzature dei marinai, oltre al cibo necessario per sopravvivere. La canapa quindi diventava utile per diverse cose, tutte ben preziose. Alcune fonti dicono addirittura che le famose caravelle popolari, la Nina, la Pinta e la Santa Maria, furono realizzate interamente in canapa. Questo vuol dire che la canapa è servita in diversi campi e in diversi momenti storici, con un utilizzo differente ma sempre importante. In ogni parte del mondo si sono sperimentate le grandi capacità di questa pianta, a volte per usi meno legittimi, altre volte come risorsa preziosa per arricchire la qualità della vita e della quotidianità.

La Canapa nella pittura

Le gallerie d’arte, a partire da quelle che esponevano opere dei grandi artisti del Rinascimento, hanno sempre esposto lavori in canapa, perché è sempre stata una fibra molto utilizzata. La marijuana viene utilizzata dall’uomo da millenni, questa pianta è sempre stata ritenuta utile e versatile, dai suoi semi fino agli oli o alla tessitura. La canapa è una fibra resistente che fa invidia a tante altre fibre meno robuste. Le tele in canapa hanno la capacità di resistere a muffe, all’umidità, agli urti, inoltre non assorbe la luce quindi riesce a mantenere un’opera d’arte intatta con tutte le sue caratteristiche per tantissimo tempo. Nella pittura quindi è una risorsa davvero importante e ancora tanti artisti continuando a sceglierla per i loro lavori, soprattutto per l’ottima durabilità nel tempo e la resistenza del colore.

La Canapa nell’arte ai giorni nostri

Abbiamo sempre parlato dell’uso della canapa nell’arte nel passato, ma questa fibra viene utilizzata anche oggi. Sono molti infatti gli artisti che utilizzano tele in canapa e aprono vere e proprie mostre a riguardo. In Oregon, solo nel 2014, su organizzata una galleria d’arte dedicata esclusivamente alla canapa, così da far conoscere a più persone possibili l’utilizzo di questa pianta per scopi artistici. Come puoi vedere, la canapa nasconde tanti vantaggi, alcuni più popolari di altri, ma è comunque una fibra dalle notevoli potenzialità. Se anche tu ami l’arte e vuoi scegliere una tela adatta ai tuoi lavori, o degli oli che diano il massimo effetto, puoi puntare sui prodotti in canapa. Per maggiori informazioni mandaci un’e-mail o contattaci tramite la live chat, saremo lieti aiutarti nella tua ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *